Cattolici nel PD

image-1-1Spero di non deludere i miei fan, che magari si aspettano una specie di ragionamento politico o di manifesto elettorale da questo articolo. A pensarci bene, non capisco perché dovrebbero aspettarselo, ma non posso impedire a nessuno di avere le sue aspettative su ciò che scrivo.

Tutto ha avuto inizio da una domanda. “Ci sono cattolici che votano PD?”, qualcuno mi ha chiesto, un bel giorno, pensando di rivolgersi a Domanda Retorica invece che a me. “Eccomi qua”, ho risposto, “ci sono io, rimaniamo amici?”

Continua a leggere…

Annunci

Tutti uguali

列印

Ma gli uomini sono davvero “tutti uguali”? Così dicono di loro molte donne. Gli uomini, di solito ci ridono su e non badano troppo a frasi del genere. E le donne? Sono “tutte uguali” le donne? Molti uomini lo pensano, ma loro, le donne, ci fanno più caso a cosa si pensa di loro e non ridono (a volte non permettono neanche che lo si dica, diventano suscettibili e preferiscono ascoltare una bugia): ci tengono di più a pensarsi “diverse”, “uniche” – almeno per qualcuno – e finiscono, almeno in questo aspetto, con l’essere “tutte uguali”.

E’ però vero che quando capita (a un uomo o a una donna) di incontrare qualcuno che si percepisce come “diverso”, come non inquadrabile dentro categorie note – che costui sia uomo o donna non importa – ci si sente allo stesso tempo affascinati e in pericolo, turbati: non si vede l’ora, finito l’effetto sorpresa, di scovare qualche dettaglio che aiuti a dire a se stessi che costui non è poi così “diverso”, in fondo, e che, d’altra parte, non poteva che essere così. Perché la vita è diversa dal mondo delle favole.Continua a leggere…

Cinesi

negozio-cineseFin da piccolo parlava come uno che ha autorità, non come gli scribi e gli altri bambini dell’asilo. E tu ascoltavi e ti rendevi conto che le cose che avevi sempre raccontato dovevi raccontarle in un altro modo, perché non le avevi capite. Come quando mi spiegò che, da grande, avrebbe fatto l’ingegnere per sanare la tremenda ingiustizia della mancanza di bottoni per quelli seduti nel sedile posteriore delle automobili. “Di bottoni?”, chiesi io. “Sì, qui di dietro non si può abbassare il finestrino schiacciando un bottone, mentre davanti invece sì”.

C’è un mondo che vive senza bottoni, questo voleva dire. Ma questo è il meno, se tutti vivessero così. Ti fa più incazzare che altri invece ce li abbiano.Continua a leggere…

Bruzi con le meches

8c35868886e1dc1f9af62ec81c91dc56.jpg

Quello che la storia demo-pluto-massonica non vi ha mai raccontato è come l’uomo di Neanderthal visse male i suoi ultimi tempi, quelli prima di “sparire”: sempre po’ incazzato con l’homo sapiens.

Aveva il sospetto che fosse quest’ultimo a far fuori i suoi parenti, ma, buono com’era, non l’accusò mai, perché non ci voleva credere.Continua a leggere…

Il salvatore del mondo

download
Il catcher nel baseball

Quello di “salvatore del mondo” è un mestiere ambito dai ragazzi sensibili. Non sanno esattamente in cosa consista – di “salvatore” non ne hanno mai conosciuto uno, d’altra parte, mentre sono circondati da insegnanti, giudici, commercianti, falegnami, … – e però, se è vero che si desidera solo ciò che si conosce, occorre dedurne che in qualche modo si può conoscere quello che non si è mai visto o almeno riconoscerne l’odore. I ragazzi, alcuni almeno, hanno una conoscenza che non deriva dall’esperienza e che li rende capaci di desiderare un mestiere che non c’è.

Continua a leggere…

Santità e cattedrali

#Santità

Ho provato a mettermi nei panni di un non credente (ce ne sono tanti, tanti) che, davanti a un evidente collasso morale dei preti (un collasso da “codice penale”), si sente dire dalle autorità ecclesiastiche – che per lui non hanno alcuna autorità – che la Chiesa è comunque “santa” a prescindere dalla santità dei suoi membri.

Continua a leggere…